menu
Home

Sposarsi all'estero - Thailandia e Bali

TROVA

IL TUO VIAGGIO

Nuove parole d’ordine per gli sposi sono personalizzazione e flessibilità. Sicuramente la nuova tendenza va nella direzione di voler rendere unico e memorabile il giorno del proprio matrimonio, che ogni particolare sia perfettamente in linea con la propria filosofia di vita e unico ... come lo sposarsi all’estero.

THAILANDIA
La Thailandia…”terra del sorriso”, delle splendide orchidee, di spiagge bianche e luoghi incantati. Terra di storie affascinanti, di culture antiche e religioni secolari, con uno dei più ospitali popoli che si possano incontrare… paese delle grandi metropoli (Bangkok) e dei villaggi tradizionali… Thailandia un paese da vivere e scoprire … e perché no… il luogo magico dove celebrare il proprio matrimonio! Resort raffinati ed eleganti vi propongono cerimonie esclusive e personalizzabili per pronunciare il fatidico “sì” in modo unico ed indimenticabile.

Sposarsi in Thailandia non è poi così difficile! Prima di tutto bisogna tenere presente che il matrimonio civile in Thailandia è riconosciuto anche dalle autorità italiane e pertanto è assolutamente valido anche nel nostro paese, inoltre è stato soppresso per i cittadini italiani l’obbligo delle pubblicazioni in caso di matrimonio da celebrarsi davanti alle autorità di un paese Estero. Il primo passo che i futuri sposi dovranno compiere sarà quello di presentare alla propria Ambasciata una serie di documenti necessari per ottenere il nulla osta da consegnare poi alle autorità del governo straniere competenti.

DOCUMENTI PER IL NULLA OSTA
-      Certificato di residenza e cittadinaza dei due sposi
-      Certificato di stato libero (eventuale sentenza di divorzio o certificato di morte del precedente coniuge)
-      Autocertificazione (“affidavit”) individuale degli sposi in cui dichiarano la loro intenzione di sposarsi (da tradurre in thai)
-      Per i minori di anni venti viene richiesta anche l’esplicito consenso dei genitori dei nubendi, appositamente tradotta in thailandese
-      I documenti dovranno essere poi sigillati e avvallati dal ministero degli esteri di Bangkok per essere trasmessi all’ufficio governativo di Amphur… ora si è legalmente sposati per legge thailandese.

TRASCRIZIONE IN ITALIA
Dopo la celebrazione del matrimonio, gli sposi devono presentarsi presso l’ambasciata con la seguente documentazione:
-      Modulo debitamente compilato e firmato di richesta di trascrizione
-      Atto di matrimonio rilasciato dall’autorità locale, debitamente legalizzato dall’ufficio Notarile del Ministero degli Esteri thailandese e tradotto in lingua italiana.
-      Specifica per la separazione o comunione dei beni. L’ufficio consolare redige l’atto che dovrà essere firmato dagli interessati 

Mediamente le tariffe per i diritti consolari, da pagare in valuta locale, ammontano a (tariffe soggette ad adeguamento e variazioni):
-      Nulla osta per contrarre matrimonio €10
-      Verbale separazione dei beni €20
-      Copia conforme all’originale €7

In molti hotel è possibile affidarsi direttamente al funzionario civile che si occupeà di seguire tutte le pratiche il cui costo può variare da struttura, ma sarà necessario far pervenire presso l’hotel tutti i documenti con delle settimane in anticipo calcolando anche le Ambasciate e gli uffici governativi thailandesi sono chiusi nei week-end e nei giorni festivi thailandesi e nazionali.

 L’atto di registrazione è separato da qualsiasi cerimonia religiosa o spirituale per cui la data di registrazione dell’atto potrà non coincidere con quella della celebrazione.

BALI
Bali, meta affascinante per magiche e romantiche lune di miele, ma anche luogo speciale e suggestivo per celebrare le nozze. Se state cercando un luogo esotico e particolare per poter organizzare il vostro matrimonio, Bali si presenta la scelta perfetta.
Qui il matrimonio è considerato una scleta molto importante, inteso come un punto di inizio di una nuova fase della vita della coppie quindi vissuto come una festa da parte di tutta la comunità: un tripudio di fiori, musiche balli e colori che avvalgono gli sposi nel momento del coronamento del loro sogno.

DOCUMENTI RICHIESTI
-      Certificato di nascita su modello internazionale rilasciato dal comune italiano dove l’atto di nascita è stato trascritto
-      Certificato cumulativo di residenza, cittadinanza e stato libero rilasciato dall’ultimo comune di residenza in Italia
-      Autodichiarazione dei futuri sposi da compilare davanti ad un pubblico ufficiale in Italia con autentica delle firme
-      Fotocopia dei passaporti degli sposi in corso con validità di 6 mesi dalla data di arrivo a Bali
-      6 foto tessera per ogni sposo
-      Per minori di 21 anni copia del consenso espresso dai genitori o dai legali rappresentanti certificato dal notaio
-      Nome e indirizzo completo dei genitori di entrambe le parti

Per i matrimoni religiosi viene richiesta ulteriore documentazione da verificare caso per caso.

In genere la cerimonia religiosa (protestante) si celebra in tutti gli hotel, molto ben attrezzati a riguardo e richiede:
-      Certificato di battesimo degli sposi (anche se non cattolici)
-      Certificato di appartenenza ad una parrocchia in italia(anche non cattolica)
-      Nome, cognome, religione, età dei genitori degli sposi

Il rito religioso cattolico è più difficile da svolgere perché la chiesa cattolica indonesiana richiede due mesi di catechismo in loco prima della cerimonia. Una volta fatte le due cerimonie, religiosa e civile, viene emesso l’akte perkawinan, il documento ufficiale e legale di matrimonio indonesiano, il quale verrà poi trasmesso all’ambasciata a Jakarta che lo legarizzerà per la legge italiana ed in seguito l’atto di matrimonio italiano verrà spedito agli sposi nel loro comune di residenza in Italia.

OFFERTE VIAGGIO
Visita
SEGUICI SU FACEBOOK
Visita
OFFERTE VIAGGIO
Le migliori proposte sul mercato
chevron_left
chevron_right
arrow_drop_up