menu

DANCALIA CON FOTOGRAFO

20/01/2018 - 29/01/2018 AFR-3205

DANCALIA CON FOTOGRAFO

Viaggio con fotografo Fujifilm Italia 10 giorni 2.350€ Richiedi un preventivo
MAPPA ITINERARIO
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
Quando Andare
09:20
+1 ore
sono richieste vaccinazioni
richiesto
INFORMAZIONI

PARTENZE DISPONIBILI Clicca sulla data per visualizzare l'itinerario con i giorni corretti

Viaggio fotografico nel cuore dell’africa in collaborazione con Fujifilm Italia e l’X-Photographer Riccardo Spatolisano. La Dancalia è uno dei territori più sperduti al mondo. Situata sul confine tra Etiopia e Eritrea, lungo la spaccatura della Rift Valley è una grande depressione, ricca di vulcani attivi che offrono scenari unici al mondo.
Un viaggio in Dancalia richiede un grande spirito di adattamento; si dorme per molti notti in tenda con sacco a pelo, oppure fuori dalla tenda sotto un cielo stellato che solo l'Africa sa regalare. L'acqua per la doccia non è disponibile per molti giorni e il caldo sicuramente rende il viaggio faticoso. Tutto questo è ampiamente compensanto da scenari magnifici. Un viaggio nel tempo per conoscere la terra come era milioni di anni fa.

______________________________________________________________________________________

Viaggi con Fotografo professionista: la partecipazione è rivolta sia a principianti che a fotografi evoluti, ognuno con la propria attrezzatura fotografica di qualsiasi marca. Per chi non conosce il mondo Fujifilm o per chi desidera provare nuoveattrezzature saranno a disposizione tutte le ultime macchine e lenti del sistema Fujifilm serie "X" (X-T1, X-T2, X100T, X100F, il 16mm f1.4, il 56mm f1.2, il 23mm f1.4 e 2.0 e molto altro) che potranno essere provate gratuitamente. In loco troveremo delle auto o monovolume a disposizione per raggiungere liberamente i luoghi più suggestivi per il corso. Vedremo l'alba e i tramonti dai luoghi più suggestivi approfondendo tecniche fotografiche. Minima attrezzatura consigliata e cavalletto.

NB: Il programma, per esigenze fotografiche, potrà essere modificato. Valuteremo di giorno in giorno le opportunità fotografiche migliori basandoci, su meteo ed esigenze del gruppo.

CONDIVIDI

Viaggio fotografico nel cuore dell’africa in collaborazione con Fujifilm Italia e l’X-Photographer Riccardo Spatolisano. La Dancalia è uno dei territori più sperduti al mondo. Situata sul confine tra Etiopia e Eritrea, lungo la spaccatura della Rift Valley è una grande depressione, ricca di vulcani attivi che offrono scenari unici al mondo.
Un viaggio in Dancalia richiede un grande spirito di adattamento; si dorme per molti notti in tenda con sacco a pelo, oppure fuori dalla tenda sotto un cielo stellato che solo l'Africa sa regalare. L'acqua per la doccia non è disponibile per molti giorni e il caldo sicuramente rende il viaggio faticoso. Tutto questo è ampiamente compensanto da scenari magnifici. Un viaggio nel tempo per conoscere la terra come era milioni di anni fa.

______________________________________________________________________________________

Viaggi con Fotografo professionista: la partecipazione è rivolta sia a principianti che a fotografi evoluti, ognuno con la propria attrezzatura fotografica di qualsiasi marca. Per chi non conosce il mondo Fujifilm o per chi desidera provare nuoveattrezzature saranno a disposizione tutte le ultime macchine e lenti del sistema Fujifilm serie "X" (X-T1, X-T2, X100T, X100F, il 16mm f1.4, il 56mm f1.2, il 23mm f1.4 e 2.0 e molto altro) che potranno essere provate gratuitamente. In loco troveremo delle auto o monovolume a disposizione per raggiungere liberamente i luoghi più suggestivi per il corso. Vedremo l'alba e i tramonti dai luoghi più suggestivi approfondendo tecniche fotografiche. Minima attrezzatura consigliata e cavalletto.

NB: Il programma, per esigenze fotografiche, potrà essere modificato. Valuteremo di giorno in giorno le opportunità fotografiche migliori basandoci, su meteo ed esigenze del gruppo.

LH 305   20JAN    TORINO FRANCOFORTE               0645  0805
LH 598   20JAN    FRANCOFORTE ADDIS ABEBA    1015  2110

LH9695  28JAN    ADDIS ABEBA FRANCOFORTE    2340  0510
LH 296   29JAN    FRANCOFORTE TORINO               0845  1000  

E' possibile prevedere partenze da altri aeroporti italiani da cui vola Lufthansa

La maggior parte dell'itinerario è svolto in tenda. Sono state prese le migliori sistemazioni, compatibilmente con l'impervia regione.
Vi preghiamo di leggere con attenzione le NOTE con le informazioni relative alla particolarità di questo viaggio

  • Addis Abeba: Hotel 4*
  • Dessie: Time Hotel o similare
  • Samera: Hotel Agda o similare
  • Erta Ale: pernottamento in tenda e/o capanne di pietra
  • Hamed Ela: capanne con letti Afar
  • Assobole: Campo 
  • Wuko: hotel 3*

Quota Individuale di partecipazione in camera doppia

PARTENZA QUOTA NOTE
20-01-2018 2350.00€

Base 10/12 partecipanti

QUOTA BASE 8/9 PARTECIPANTI   EURO 2.450
QUOTA BASE 6/7 PARTECIANTI     EURO 2.550

TASSE AEROPORTUALI                  EURO    370
SUPPLEMENTO SINGOLA              EURO    220

La quotazione è basata su una tariifa aerea Lufthansa soggetta a riconferma disponibilità al momento della prenotazione

ESTENSIONE LALIBELA
Possibilità di prevedere, per chi lo desidera un'estensione alle chiese copte di Lalibela, da quotarsi su misura in base al numero dei partecipanti  

La quota comprende

  • Voli Lufthansa in classe economy
  • Vetture 4x4 (occupazione prevista fino a 4 persone a macchina + autista), 
  • Macchina extra per lo staff e le attrezzature
  • Guida locale parlante italiano, 
  • Permessi  scaut e guide afar, 
  • Dromedari per Erta Ale
  • Cuoco, tende e materiale da campeggio,
  • Hotel e campi tendati come programma,
  • ACCOMPAGNATORE FOTOGRAFI professionista dall'Italia
  • Tutti i pasti con acqua minerale,
  • Assicurazione medico bagaglio AXA, con massimali spese mediche fino a 30.000€ per persona

La quota non comprende

  • Tasse aeroportuali soggette a riconferma al momento dell’emissione, ad oggi pari a 370€
  • Mance, bevande
  • Il visto turistico di ingresso rilasciato all'arrivo al costo di 50 Usd a testa
  • Eventuali ingressi per videocamera
  • L’estensione dei massimali medici, consigliata per chi non possiede un’assicurazione medica privata
  • L’assicurazione contro l’annullamento I4T per viaggi fino a 5.000 € comprendente anche un’assicurazione spese mediche fino a 4.000.000 € per persona con i seguenti costi
    • Età compresa tra 18 e 64 anni – euro 150
    • Età compresa tra 65 e 74 anni – euro 265

Altre Informazioni

E' IMPORTANTE SAPERE

Condizioni generali
Il viaggio per la situazione ambientale e climatica è faticoso, è necessario seguire sempre i consigli  dati dallo staff  locale ed occorre una buona forma fisica.
Sull’Erta  Ale   e  Dalol   non è  consigliabile allontanarsi da soli, ma le visite vanno sempre fatte in gruppo, seguendo la guida locale e prestando molta attenzione a dove si cammina.

Temperature
La temperatura media di giorno 40/ 50 C° e di notte 28/30  C° circa.
Le escursioni saranno fatte La mattina presto dalle 6-11 massimo e  nel pomeriggio dalle 15-18. La sera si può alzare vento forte e specialmente sul vulcano Erta Ale può essere necessario munirsi di giacca a vento

Cosa portare e come vestirsi
In generale  è consigliato un  abbigliamento  leggero, pantaloni corti e lunghi, magliette e camice, scarpe da trekking. E' necessario portarsi un sacco a pelo leggero e una giacca a vento, crema solare, borraccia, cappello, salviette umidificate, disifettante tipo amuchina, Gli integratori sicuramente consigiati. Sempre necessaria una torcia da testa.
Sacco a pelo ed eventuali sacco-lenzuoli e cuscini devono essere portati da casa

È consigliabile portare  uno  zainetto per i trekking  dove   mettere  l’acqua e  altre  cose  utili durante i percorsi a piedi, ed avere una borsa dove mettere quello che vi serve per la  notte.
Nell’escursione al vulcano non si trasportano tutte le valigie, ma solo una borsa con lo stretto indispensabile.

Per il  bagaglio si consiglia una sacca morbida o zaino non superiore ai 20 kg.

Il trekking
Il trekking per arrivare sulla cima dell’Erta Ale è di circa 4 ore (12 km), con un dislivello di 400 mt. Verrà fatto nelle ore meno calde e in parte di notte.

Campi
I campi  sono mobili, verranno montati dal nostro staff, e si forniscono tende a iglòo quattro posti che vengono usate per due persone. Forniamo inoltre materassini di gommapiuma e una tenda per  la  doccia. Bisogna tener in conto che l’acqua per lavarsi è razionata.
Sull’Erta Ale si dorme in capanne afar adattate per i turisti, a terra con le stuoie ed i materassini di gommapiuma. Ad Amed Ela si dorme in capanne e chi vuole potrà dormire su letti di legno locale.
Dati gli spostamenti continui, non è previsto un  sistema di WC chimico, il cui uso diviene spesso  molto piú sgradevole della ricerca di un luogo appartato.

Pranzi
Di giorno vengono serviti pranzi freddi preparati dal cuoco e la sera cena calda. Ci saranno tavolini e sedie per sedersi la sera, di giorno si sta normalmente seduti sulle stuoie stese in terra.

Salute
Ad Assobole  esiste un pericolo potenziale di malaria, per cui si sconsiglia vivamente di dormire all’aperto ma nelle  tende. Le situazioni sanitarie possono variare per cui ogni partecipanti è invitato a rivolgersi all'Ufficio di Igiene della propria zona per avere tutte le inormazioni necessario
Per quanto riguarda la sicurezza è sempre sigliato 

Norme di comportamento
Gli Afar  di solito non chiedono compensi per farsi fotografare ma  comunque bisogna sempre chiedere loro il permesso.  
Anche se le richieste possono essere molteplici, si raccomanda di non dare mance senza chiedere prima al nostro staff se la richiesta è ragionevole e motivata. È necessario evitare di dare regali ai bambini ( penne o caramelle) per strada per non alterare  le loro abitudini sociali e di alimentazione.Eventuali  donazioni possono essere raccolte e  la guida insieme a  gruppo potrà  donarle a una scuola.


PROGRAMMA

giorno 1

SAB 20-01-2018 - TORINO / ADDIS ABEBA


Partenza dall'Italia per l'Etiopia con voli Lufthansa, via Francoforte. Pasti a bordo. Arrivo la sera a Addis Abeba e trasferimento in hotel. Pernottamento

chiudi continua
Ragazze Oromo

giorno 2

DOM 21-01-2018 - ADDIS - SAMBETE.- DESSIE (375 KM 7 ORE CIRCA - (B/L/D)


Partenza nella prima mattinata per Kombolcha. E’ la strada degli altopiani. Una bella strada. Segue il tracciato costruito dagli italiani ottanta anni fa. Si attraversano le regioni degli Oromo. Si attraversa il Wollo. I villaggi sono Amhara e Oromo. Paesaggi di campi di teff, il cereale dell’Etiopia. Si sale fino a tremila metri. Panorami grandiosi verso la Rift Valley. Ci sarà tempo per il mercato domenicale di Sembete, luogo d’incontro di  oromo  e di gente dell’altopiano. Arrivo a  Dessie  città-snodo delle grandi strade del Nord dell’Etiopia, in serata. Pernottamento in hotel. 

chiudi continua
Il mercato di Bati

giorno 3

LUN 22-01-2018 - KOMBOLCHA - BATI- SEMERA (230 KM 5 ORE CIRCA) - (B/L/D)


Andremo  verso   l’est. Lasceremo gli altopiani per scendere nella Rift Valley, verso le solitudini della Dancalia. E’ la regione degli afar, il popolo ribelle, la gente dei deserti di fuoco e sale estesi fra l’Etiopia, l’Eritrea e Gibuti. Gli Afar sono pastori nomadi, allevatori di capre e dromedari. Nel Nord della Dancalia cavano sale dal fondale di un antico mare. Ma prima di raggiungere la Dancalia vi sarà una mattina da passare al grande mercato settimanale di Bati, il più affollato fra i luoghi di incontro fra i pastori afar e i contadini oromo. Bati non è un semplici mercato: è uno spettacolo grandioso dell’umanità.

chiudi continua
Il lago Afdera

giorno 4

MAR 23-01-2018 - SAMERA - AFDERA - ERTA ALE ( 320 KM 7 ORE CIRCA ) - (B/L/D)


La mattina partenza  per  raggiungere il lago Afdera, conosciuto dai colonialisti italiani come lago Giulietti. E’ una lunga sgroppata lungo una strada asfaltata che attraversa un desolato e bellissimo deserto di lava. All’improvviso appare il lago e le saline. Il viaggio prosegue lungo la pista che conduce al villaggio di Ksrawat, luogo di transito per la salita all’Erta Ale. E’ il vero viaggio nel Nord della Dancalia: si attraversano piane sabbiose prima di percorrere una faticosa pista tracciata nelle colate di lava. Si sfiorano villaggi remoti e cimiteri afar con monumenti funebri di lava.
A Ksrawat, burocrazia Afar. Si controllano i nostri permessi, si contratta con le autorità locali l’ingaggio di guide e cammellieri per salire alla vetta del vulcano Erta Ale.
Nel primo pomeriggio, in auto, comincia il cammino di avvicinamento alla caldera dell’Erta Ale, la montagna che fuma. Sarà una lunga giornata. Si percorre la piana di Dodom fino a un passaggio nelle antiche colate di lava che accerchiano il vulcano. E’ una pista faticosa che conduce fino a uno spiazzo che, da tempo, funziona da ‘campo base’ per la salita all’Erta Ale. E’ un percorso di quasi due ore. Si riposa all’ombra fragile di un paio di acacie e poi si cena.

chiudi continua
L'Erta Ale

giorno 5

MER 24-01-2018 - ERTA ALE - TREKKING DI 4 ORE CIRCA - (B/L/D)


La mattina prima che sorga il sole  cominciamo  la marcia verso il vulcano.
L’Erta Ale è un profilo che sembra non intimorire, ma non bisogna lasciarsi ingannare: sono necessarie quasi quattro ore di cammino per salire dalla depressione di meno 70 metri a una quota superiore ai cinquecento metri. Lo spettacolo è la di là di ogni immaginazione: l’Erta Ale è un doppio balcone, bisogna scendere (un balzo di pochi metri su un sentiero precario) fino a un ‘pavimento’ di lava recente. E’ una sorta di piattaforma sulla meraviglia del vulcano. Cercheremo di avvicinarci il più possibile alle sponde del grande catino vulcanico: il magma mugghia, esplode, è un mare mosso di pietra liquida e nera.

chiudi continua
Estrattori e tagliatori di sale

giorno 6

GIO 25-01-2018 - ERTA ALE - WAIDEDDU - AHMED ELA ( 110 KM 5 ORE CIRCA) - (B/L/D)


Addio al vulcano. Poco dopo l’alba si scende verso la radura del ‘campo base’ dove si ritrovano le macchine. Una buona colazione e si parte alla volta di Ahmed Ela.
La piana di Dodom è un deserto di polvere e vento. Sulle ultime pietre laviche sorgono villaggi schiantati dal sole (Urtikibili, Abdellali, Ataytu). Il corso di un altro grande uadi (che corre parallelo alle colate laviche) è una benedizione per le genti Afar di questa terra: qui sono stati scavati numerosi pozzi e abbeveratoi.

Si prosegue e, negli anni di buone piogge, la Dancalia riserva la sorpresa di essere un pascolo verde e fertile. Mandrie di vacche e capre popolano la piana di Adogura: una prateria cresciuta proprio là dove finiscono le grandi colate di lava. Numerosi i villaggi Afar all’orizzonte di questi pascoli: il più importante è Namegubbi.
Un cammino a volte difficile: si costeggia la sponda orientale della spianata dancala: l’orizzonte è chiuso da una linea di antichi vulcani (il Chebril Ale, l’Aiu, il Gabull, il Borale).

All’improvviso appare un’oasi di palme dum: è il villaggio afar di Vaideddu, ben conosciuto nella piana per la sua produzione di duma, una bevanda che si ricava facendo fermentare la linfa della palma Dum. Vaideddu è un grande villaggio nascosto: circa 200 burra disperse in un’oasi dove vivono circa 800 persone.
Nel pomeriggio si raggiunge Ahmed Ela, “il pozzo di Ahmed”, l’unico, vero villaggio di questo deserto: cinquecento abitanti (estrattori e intagliatori del sale) durante i mesi delle carovane, non più di venti persone nell’estate del grande caldo. Qui le carovane pagano le tasse per l’estrazione e il trasporto dei blocchi di sale, qui si incontrano i cammellieri dell’altopiano con le squadre che estrarranno e modelleranno il sale, qui avviene l’ultima sosta prima del cuore della Piana del Sale.
Al villaggio si è ospitati in una capanna costruita per i visitatori.

chiudi continua
Dallol

giorno 7

VEN 26-01-2018 - HAMED ELA – DALLOL (30 KM) - PIANA DEL SALE – LAGO KAROUM - ASSOBOLE 30 KM - (B/L/D)


Risveglio ad Ahmed Ela. Il villaggio è sul confine della Piana del Sale, antico fondale marino. E’ un infinito accecante. Si seguono sentieri quasi invisibili in mezzo al deserto del sale. Si punta sulla strana montagnola di As Ale, uno sperone di roccia rossastro al centro della piana. E’ una concrezione salina formata da solfato di magnesio dalle proprietà curative, un doppio isolotto che emerge dal mare di sale che lo circonda.

Nell’area settentrionale del lago As Ale, ai confini con l’Eritrea, vi è un grande scoglio, un isolotto che sorge dalla Piana del Sale. E’ Dallol, “il luogo degli spiriti”. E’ una straordinaria e irreale collina alta una cinquantina di metri, un iceberg vulcanico cresciuto sulla crosta salina della depressione dancala. La terra ribolle a Dallol, i geyser sono in perenne attività e scolpiscono sculture multiformi: il paesaggio si trasforma in giardini fioriti, in grandi pietre circolari, in laghetti dai colori sorprendenti, in piccoli coni vulcanici dai quali fuoriescono fumi acri.  E’ terra viva. Qui gli italiani, negli anni Trenta, ebbero il coraggio di costruire un villaggio minerario (estraevano potassio da questa collina), le sue rovine, calcinate dal sole e dal sale, stanno ancora decomponendosi sulla sua sommità.
Attorno alla collina la Terra continua il suo spettacolo: a sud di Dallol, da un altro scoglio di sale pietrificato, esce acqua a temperature altissime. La strana sorgente diventa un rigagnolo che alimenta un lago circolare di acqua ribollente. Uno stagno ‘danzante’ si trova anche a oriente della collina di Dallol: qui geyser sotterranei non danno tregua alle acque di superficie che sembrano ballare al ritmo di un maestro d’orchestra sconosciuto. Grandi faraglioni di pietra salina si alzano a occidente di Dallol: sono le colonne che segnano i confini di questa isola incredibile. Il confine con l’Eritrea è a poca distanza. Poco distante dalle colonne di Dalol il lago nero, una recente  esplosione  freatica.

Ritorno  verso Amed Ela e Assale e poco lontano un lago mobile  il lago Karoum, si sposta   con il vento…
Nel   pomeriggio   partiamo  per  raggiungere Asso Bole, villaggio afar all’ingresso del canyon del fiume Saba. Asso Bole è uno dei luoghi di sosta delle carovane nel lungo viaggio di ritorno verso l’altopiano. Qui vi è sempre acqua, uomini e dromedari bevono, riempiono le otri di pelle di capra, si lavano. Molti passano la notte al riparo delle pareti del canyon.

 

chiudi continua
La carovana del sale

giorno 8

SAB 27-01-2018 - ASSABOLE -BERHALE-WUKO (160 KM 3 RE CIRCA) - (B/L/D)


All’alba  un breve cammino  lungo  il fume Saba  per  vedere i  fuochi  dei cammellieri.
Ritorno   la mattina  alla piana del sale dove  uomini stanno tagliando la crosta salina a colpi di accetta, altri cercano di sollevare lastre immense. Gli intagliatori, a piccoli colpi, danno forma ai blocchi. I carovanieri aspettano al sole. Caricano gli animali solo quando sono certi di ripartire. I cammelli sostano attorno alla  cava. Al riparo di muretti di sale, qualcuno ha aperto una rivendita di tè: è l’unico momento di sosta che questa umanità si concede.

Ritorno verso l’altopiano,  la pista è una brusca salita per raggiungere i duemila metri della sponda del più grande altopiano africano. Dopo alcune ore di viaggio, ci ritroveremo ad Agula, lungo la strada asfaltata che collega Makallè ad Adigrat. Abbiamo lasciato la regione Afar e ora ci troviamo in Tigray.

chiudi continua
La chiesa di Abraha

giorno 9

DOM 28-01-2018 - WUKRO MAKALLE ( 70 KM) - VOLO PER ADDIS ABEBA - FRANCOFORTE - (B/L/B)


Dopo  Wukro   visiteremo  la  chiesa   di Abraha  Atsebha ( 7°-11°sec), una  bella chiesa ipogea internamente  affrescata  E’ dedicata   ai fondatori  del cristianesino  etiopico  re Esana  e suo  fratello Sezana. Si racconta   che  vi sia conservata la croce appartenuta a Frumezio il primo vescovo  della chiesa  copta etiopica. E’ tutta affrescata  con dipinti ben  conservati.  
Trasferimento a Makalle  e  visita del mercato del lunedì; nel pomeriggio volo per Addis Abeba  day use in hotel, cena e trasferimento in aeroporto e partenza del volo di ritorno in tarda serata. Pasti e pernottamento a bordo

chiudi continua

giorno 10

LUN 29-01-2018 - FRANCOFORTE - TORINO


Arrivo a Francoforte e coincidenza per Torino. Arrivo e termine dei servizi

chiudi continua
preventivo
Sei interessato a questa proposta? RICHIEDI PREVENTIVO

ALTRI TOUR CHE POTREBBERO INTERESSARTI

FRANCIA FRANCIA PARIGI, NORMANDIA E BRETAGNA

Viaggio

PARIGI, NORMANDIA E BRETAGNA
FRANCIA

Itinerario consigliato

  • Tour in bus
  • Partenza dalle principali città italiane
NAMIBIA NAMIBIA DISCOVER NAMIBIA - Alla scoperta di una terra selvaggia e senza tempo

Viaggio

DISCOVER NAMIBIA - Alla scoperta di una terra selvaggia e senza tempo
NAMIBIA

Tour con accompagnatore dall'Italia

  • Accompagnatore dall'Italia
  • Safari fotografico nel Parco Etosha
  • Escursione alla colonia di otarie di Cape Cross
  • Intera giornata in 4X4 al rinomato Sandwich Harbour
  • La Duna 45 e il Deadvlei
BIRMANIA (Myanmar) BIRMANIA (Myanmar) PANORAMI BIRMANI

Viaggio

PANORAMI BIRMANI
BIRMANIA (Myanmar)

Accompagnatore dall'Italia - Birmania

  • Accompagnatore dall'Italia
  • Tour comprendente anche la Roccia d'Oro
  • Due notti sul lago Inle
  • Voli diretti con Thai Airways su Bangkok
OMAN OMAN TOUR DELL'OMAN

Viaggio

TOUR DELL'OMAN
OMAN

itinerario consigliato

  • Tour min 15 max 25 partecipanti
  • Escursione alla riserva delle tartarughe con guida
NORVEGIA NORVEGIA A CACCIA DI AURORE BOREALI

Viaggio

A CACCIA DI AURORE BOREALI
NORVEGIA

Accompagnatore dall'Italia - Norvegia

  • Sistemazione in splendidi cottage sospesi sui fiordi
  • Caccia all'aurora boreale
  • Attività sportive
  • Escursioni facoltative: racconti Sami, slitta trainata dai cani huskies, motoslitta, ciaspole, fat bike, sci da fondo
COLOMBIA COLOMBIA COLOMBIA, PASQUA 2018

Viaggio

COLOMBIA, PASQUA 2018
COLOMBIA

Accompagnatore dall'Italia

  • Accompagnatore dall'Italia
  • Ottima qualità e posizione delle strutture alberghiere
  • La città bianca di Popayan perla della Colombia
  • Cartagena 
  • Le incredibili processioni per la Pasqua
arrow_drop_up